Ultima settimana dopo l’Epifania

Lettura del Vangelo secondo Marco            

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Vi consegneranno ai sinedri, sarete percossi nelle sinagoghe e comparirete davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro.

La vita del discepolo è perennemente un servizio al Vangelo. Qualsiasi cosa avvenga in essa e con essa, deve essere vista, vissuta, accolta come vero culto al Signore. La vita offerta a Dio come testimonianza della sua Signora su di noi, è quella celebrazione quotidiana che il Signore si attende da ogni cristiano. Che muoia o che viva, che sia nelle prigioni o che rimanga nella libertà dei suoi movimenti, che venga perseguitato o accolto con gioia, che sia respinto o accolto, che sia perseguitato o benedetto, il discepolo di Gesù deve sempre rimanere nella sua verità. Lui è il sacrificio vivente, santo, perfetto dinanzi a Dio per la salvezza e la redenzione dei suoi fratelli.

Vai all'inizio della pagina